MEDEA SIAMO NOI

Seminario di pratica teatrale intorno al mito di Medea
Tenuto da Valentina Banci

Domenica 29 Ottobre ore 14 – 20
Lunedì 30 Ottobre ore 19– 23
Teatro Borsi - Via San Fabiano 53 Prato

Per un massimo di 13 partecipanti senza limiti di età

Il costo del Seminario è di Euro 100,00 da versare al momento dell’iscrizione che sarà fatta il giorno stesso dell’inizio del corso.

Per iscriversi è necessario segnalarsi scrivendo a valentinabanci@libero.it o a info@teatroborsi.it allegando un breve curriculum o una breve presentazione.

Essendo il corso a numero chiuso si prega la massima serietà nel rispettare l’impegno preso. Per ulteriori informazioni scrivere a valentinabanci@libero.it


Da qualche anno sto lavorando al mito di Medea. Sono passata dall'interpretarla in uno spettacolo clamoroso che ha debuttato al Teatro Greco di Siracusa e poi al Colosseo di Roma nel 2015, a uno studio solitario ed eterogeneo che ha preso diverse forme sceniche fino all'ultima versione che ho chiamato MedeAssolo s-concert, divenuta praticamente la summa massima di tutte queste esperienze e tradotta in scena in un monodramma che è schizofrenia di personaggi e musica e un uso non convenzionale di strumenti quali i timpani da batteria, il trombone ed i piatti.

Già da molti anni ho la ferma convinzione che la frequentazione del mito da parte di un attore sia basilare, proprio perchè getta le fondamenta tra l'umano e quello che secondo me dovrebbe essere il Teatro: l'Assoluto. Il mito posiziona l'anima dell'attore esattamente in quello spazio di forza e di estrema fragile umanità che è lo spazio dell'Utopia e del senso del Divino rappresentato dallo spazio scenico.
Con Medea ho trovato negli anni una sintesi straordinaria tra i più potenti temi del mito e i più fragili sentimenti umani. Per questo credo sia impossibile smettere di cercare con ed in lei; perché Lei è in fondo lo spazio cosmico del Teatro, perché Lei è lo spazio infinito compreso tra l'animo umano con le sue più estreme e incoffessabili paure e atrocità, e la limpida tensione eroica di un mondo che ci è appartenuto e che ormai stiamo irrimediabilmente perdendo. Lei tende al sogno utopico di una vita oltre le convenienze piccolo borghesi, rivoluzionaria, coraggiosa, tesa all'assoluto, al legame con le forze del cosmo riconosciute come madre della nostra natura. Ma l'umanissima Medea si spezza di fronte all'atrocità di una società venduta al potere e così, la sua follia, ci racconta anche del nostro fallimento come uomini. Per questo e non solo, credo sia un viaggio indimenticabile parlare attraverso Lei sulla scena: attraverso Medea abbiamo la possibilità di dare voce a mille sentimenti contrastanti nello spazio di poche battute, fino ad arrivare ad una follia che parla la lingua della morte.

Il testo usato sarà la Medea di Seneca nella traduzione di Paolo Magelli, arricchito da alcuni meravigliosi passaggi tratti da Materiali per Medea e Il Filottete di Heiner Muller.

Con questo Seminario Intensivo intendo esplorare attorialmente le straordinarie cangianti possibilità offerte da questo testo e attraverso di esse mettere in pratica la capacità acrobatica che un attore ha di passare velocemente e sorprendentemente da uno stato d'animo all'altro in un turbinare di emozioni e tecniche vocali che si spera consentino all'interprete di stare sempre un passo avanti al pubblico e guardandolo negli occhi convincerlo a seguirlo nel Mistero.

Il lavoro sarà svolto in parte in gruppo. Sarà richiesta la memoria di un brano a piacere del testo nella traduzione scelta (verrà spedito per posta elettronica), così da avere la possibilità di lavorare singolarmente con ognuno sullo specifico. Si può decidere di lavorare su qualsiasi ruolo presente nella Medea di Seneca, ( Medea, Giasone, Creonte, Nutrice, Corifei, e se lo si desidera anche sui bellissimi cori). Niente vieta che un uomo scelga di lavorare su un personaggio femminile e viceversa.
Valentina Banci



SABATO 21 OTTOBRE 2017 - DALLE 11.00 ALLE 24.00 - INGRESSO LIBERO
Programma:
Ore 12.30 Conferenza Stampa di Presentazione della Stagione e delle attività del Borsi e consegna della tessera n.1 al Sindaco di Prato Matteo Biffoni.
Ore 15.00 - Incontro con i Docenti dei Corsi del Borsi e Artisti della Stagione 2017-18.
Ore 17.30 - 1a Assemblea dei Soci dell'Associazione Pratoteatro che ha ingestione il Borsi
Ore 20.30 - Mirabilia di e con Alessio Sardelli. Un attore all'Asta.


i formaggini guasti
NOVITÀ!!!

CORSO TEATRO A NUMERO CHIUSO
PER FASCIA ETÀ 11-14 ANNI!!!
Quest'anno saremo al CINEMA TEATRO BORSI a partire dal lunedì 18 settembre dalle 19.00 alle 20.00.
Per info 328 27 18 519







     
     
     









Daniele Griggio, bio.
Il Borsi: dotazione, pianta, etc.
Biglietti e Abbonamenti
Il Cuore del Progetto



LE FOTO DI SCENA DELLE NOSTRE PRODUZIONI
La scuola delle mogli di Moliére
Il Berretto a Sonagli di Luigi Pirandello




HOME
IL BORSI
CARTELLONE
CINEMA
FORMAZIONE
AFFITTO SALA
T.AMATORIALE
BIGLIETTI
TRASPARENZA
CONTATTI
Il Progetto La sua storia Tutti gli spettacoli Tutti i film Corso Biennale Affitta il Teatro Rassegna UILT Come acquistare Statuto Ass.ne mail
Bio Griggio Chi siamo     Stare in scena       Convenzione Curia orari ufficio
Foto di scena Pianta del Teatro     Speak Theatre       Bilancio 2016 telefono
Biglietti Dotazione     Monologando          
Teatro ragazzi Le foto del Borsi     Teatro Ragazzi          
Sarah Ferrati       C'era una volta          
T.Amatoriale       Yoga          
                   
                   
 
Associazione Pratoteatro
Via San Fabiano, 53 - 59100 Prato (PO)
C.F. 92099570480 - P.Iva 02361570977
mail: info@pratoteatro.com - sito:www.teatroborsi.it
tel. 0574 18 26 529 - 329 06 13 710
Orario Uff. 9.00/13.00 - 15.00/19.00